Search  

 

La cieca esaltazione del renzismo

Matteo Renzi

  di Davide Parascandolo

Ad oltre un anno dall’insediamento del Governo Renzi la sensazione instillata nell’opinione pubblica è quella di un esecutivo dinamico, la cui parola d’ordine è cambiamento. Tuttavia, cerchiamo di guardarci da superficiali ed erronee valutazioni. Prima di tutto, il cambiamento a tutti i costi non può essere considerato desiderabile a prescindere. “Il fare” tanto per far vedere che qualcosa si muove non necessariamente implica che ciò che viene fatto sia positivo. Non basta cambiare, ma occorre riformare con raziocinio e attraverso una progettualità solida e davvero votata a dei valori di riferimento che assicurino lo sviluppo della comunità nel suo complesso. Altrimenti stiamo parlando solo di un cambiamento che somiglia tanto al classico specchietto per le allodole. Due esempi su tutti.Leggi Tutto

 

Violenza ed Intolleranza

Contro la corruzione norme chiare e coscienza civica

Elezioni Amministrative: la necessità del non voto e di una sua rappresentanza popolare

Le manifestazioni violente rafforzano da sempre il Potere

 di Tullio Pascoli Violenza ed IntolleranzaLeggi Tutto 

 di Antonio Simiele Contro la corruzione norme chiare e coscienza civicaLeggi Tutto 

di Luca Bagatin  Elezioni Amministrative: la necessità del non voto e di una sua rappresentanza popolareLeggi Tutto

di Luca Bagatin  Le manifestazioni violente rafforzano da sempre il Potere Leggi Tutto

 

 

 

 


I pericoli della Nuova Religione

         


C-A-I-N-O

di Tullio Pascoli

PIANETA BLU, NON VERDE di Klaus Vaclav (Recensione)Senza riuscire a staccarmi dalla sue pagine, fino alla conclusione, ho letto con immenso piacere PIANETA BLU, NON VERDE di Klaus Vaclav – ex presidente della Repubblica Ceca -, questo, dopo aver, a suo tempo, letto e recensito: MA VERITE SUR LA PLANETE del ricercatore francese Claude Allègre che, in maniera pedagogica oltremodo convincente, illustra le tante contraddizioni che contraddistinguono i chiassosi attivisti ambientalisti ed in prima fila, il Premio Nobel Al Gore e   Leggi Tutto

 

Non so se sono Charlie, ma... di L. Bagatin

 Charlie Hebdo: ipocrisia e libertà di parola di V. Varricchio

 

di Tommaso Manzillo

 CAINO, Josè Saramago Quando devo scegliere un libro per le mie letture sono, spesso, attratto dalla curiosità che può suscitare il titolo dell’opera, dalla notorietà o meno dell’autore o dalle tematiche affrontate così come riportate nella sintesi. Inizio la lettura sempre con una grande curiosità, quanto meno per comprendere se ho fatto una buona scelta. Le prime pagine dell’ultimo romanzo di Josè Saramago (1922 – 2010), scrittore e giornalista portoghese, vincitore del Premio Nobel per la Letteratura nel 1998, mi hanno provocato, inizialmente, un grande sconforto e disorientamento a tal punto da essere intenzionato ad ab-bandonare la lettura. Sono personalmente contrario alla satira sui temi della religione, perché toccano sfere personali e molto intime di ciascuno di noi, le quali non possono e non dovrebbero essere violate, soprattutto da chi si proclama ateo. Leggi Tutto

 


Scontro di civiltà e guerre di religione

         


Guerre di religioni: il nuovo scisma d’Oriente

di Ludovico Martello

Scontro di civiltà e guerre di religione I recenti avvenimenti che stanno insanguinando il Medioriente dalla Siria all’Iraq fino alla striscia di Gaza riaprono il dibattito sullo Scontro di civiltà, sulle Guerre di religione, e sul più volte annunciato, da Spengler in poi, Tramonto dell’Occidente. Senza volerci spingere nella notte dei tempi partendo dall’ esodo biblico, celebrando la battaglia di Poitiers o scusandoci per le atrocità delle Crociate ma limitandoci a un piccolo sforzo di memoria possiamo affermare che i rapporti fra l’Occidente, l’Islam e la tradizione Giudaica sono sempre risultati complessi ed hanno ininterrottamente e    Leggi Tutto

 Scontro di civiltà o confronti di antagonismi epocali? di T. Pascoli

 Scontro di civiltà o di barbarie ? di L. Bagatin

 Papa Francesco, cappellano militare di BombObama di V. Mennella
    di Vito Varricchio

Guerre di religioni: il nuovo scisma d’OrienteQuella che ormai è giunta al termine è stata un’estate caldissima, non tanto dal punto di vista climatico, quanto piuttosto da quello della situazione internazionale. Se da una parte abbiamo un’Europa in crisi economica e politica, dall’altra parte abbiamo un Medio Oriente che ancora è teatro di atrocità e di efferatezze, da Israele alla Libia, dalla Siria all’Iraq. E non bisogna dimenticare l’Ucraina, che a seguito delle dimissioni (caduta) di Viktor Fedorovyč Janukovyč, è in preda a una guerra civile tra ucraini nazionalisti e ucraini filorussi, che non vogliono abbandonare il governo di Mosca.   Leggi Tutto

 Sunniti contro Sciiti la guerra tra i due Islam di A. Sfeir

 Civiltà e religioni al bivio  di A. Simiele


Sinistra sulla carta altro nei fatti

         


L’ anacronistico progetto di Renzi

di Antonio Simiele

Bilancio Governo Renzi

E’ difficile catalogare Renzi, i suoi propositi e quello che ritiene di essere e rappresentare. Non c’è coerenza tra le sue parole, i suoi scritti e i fatti. Sulla carta sembra avere un progetto ma, poi, dice quello che valuta utile a ottenere più consenso e fa ciò che, attraverso accordi o patti, gli permette di gestire comunque il potere. La nota di Renzi nell’ultima edizione di “Destra e Sinistra” di N. Bobbio sembra essere il suo manifesto-programma. La lettura di “ La terza via” di Antony Giddens, l’ispiratore della politica di Tony Blair, ci aiuta a comprenderne meglio le linee di fondo e i riferimenti culturali. E’ un percorso che, condivisibile o non, rimane nell’alveo della sinistra, cui non chiede di rinunciare al proprio ruolo ma di assolverlo in modi nuovi e moderni dettati dagli anni duemila.Leggi Tutto
 

di Antonio Simiele

Matteo RenziCon il passare dei giorni, quello di Renzi si rivela sempre più un percorso di ritorno alla vecchia DC. Forse non è programmato, dato che lui anche per le scelte di governo procede per approssimazioni, facendosi guidare dai patti e dalle mediazioni, senza esporre prima un organico e chiaro disegno. Poco male, se non significasse spacciare per nuovo una cosa di altra epoca e di altro ambiente che oggi segnerebbe il regresso della nostra democrazia. Renzi scrive che il suo è un partito della sinistra a fianco dei più deboli e indifesi. L’adesione del PD ai socialisti europei è un segno di sinistra. Fino a ora, però, non ci sono atti concreti del suo governo con lo stesso segno, neppure i famosi ottanta euro da cui sono esclusi proprio i più deboli, i pensionati e   Leggi Tutto


Prostituzione: più che tollerare sarebbe ora di legalizzare

         


Insegnante sospeso per aver compiuto il dovere civico di rimuovere il crocifisso dall'aula

di Luca Bagatin

Prostituzione: più che tollerare sarebbe ora di legalizzareBen vengano gli operatori sanitari e le unità di strada, del resto sono cose di cui si è sempre occupato anche il Comitato per i Diritti Civili delle Prostitute, fondato a Pordenone negli Anni '80 da Pia Covre e Carla Corso ed al quale collaborò anche la femminista Roberta Tatafiore oltre che, pur per un breve periodo, anche il sottoscritto. Ben vengano perché coloro le quali o i quali decidono di prostituirsi sono persone, tanto quanto lo sono i loro rispettivi clienti.  Leggi Tutto

 

di Luca Bagatin

Il suicidio assistito di Brittany Maynard: una storia di amore e libertàE' vergognoso, scandaloso e aberrante, ma tant'è. Tant'è che ad un insegnante di lettere di un' Istituto per Geometri di Terni – il prof. Franco Coppoli - si impedisca di insegnare e lo si sospenda per un mese dal percepire lo stipendio. E' vergognoso, scandaloso e aberrante perché la motivazione è la seguente: ha tolto il crocefisso dall'aula in cui insegnava. E allora ? Allora ha fatto bene, perché la scuola è un luogo pubblico ed un crocifisso appeso al muro c'entra come un cane in chiesa ! E invece no.   Leggi Tutto

 

         

 

 


 

Il ciclo di Frenkel

 

 

 
 

 

di Davide Parascandolo 

Il ciclo di Frenkel Il presente contributo si prefigge lo scopo di fare il punto, servendoci della teoria economica, sull’attuale stato in cui versa il nostro Paese dopo ormai sei anni di durissima crisi. A tal fine, ci serviremo di uno schema teorico elaborato dall’economista Roberto Frenkel, dell’Università di Buenos Aires. Lo studio che vi è alla base tenta di descrivere dettagliatamente tutte le inevitabili tappe che si susseguono ogni volta che un Paese sviluppato decida di agganciare la propria valuta ad un’area economica più forte, perdendo sovranità e accettando in tal modo di ridursi al rango di un Paese in via di sviluppo.  Leggi Tutto


Schiavitù Rivoluzione e Tirannie

         


La diversità che sublima i valori dell'indole umana

di Tullio Pascoli

Arthur KoestlerAnche Arthur Koestler, come tanti altri fra i migliori autori liberali, dopo aver pure lui militato nel partito comunista, va ad integrare il prestigioso elenco dei critici del marxismo; autori che analogamente, dopo essersi resi conto delle troppo numerose ambigue contraddizioni, hanno abiurato a quella deleteria perversa dottrina. E proprio loro, conoscendo il collettivismo intimamente da dentro, dopo averlo vissuto in prima persona, delusi e scandalizzati, vi si sono ribellati con concreta cognizione di causa. Così, con altrettanta determinazione – nonostante le tendenze contrarie dell’epoca - si sono coraggiosamente esposti per denunciare la tanta inconcepibile ipocrisia. La delusione di Koestler è stata tale che per poco non rinunciava alla propria vita. Fortunatamente, superando quella crisi, invece di abdicare all’esistenza, ha saputo esprimere in modo lodevole tutto il suo disinganno nei suoi famosi romanzi allegorici, censurando in maniera eloquente l’utopica ideologia ed i suoi più cinici promotori. Leggi Tutto

  di Tullio Pascoli

IL CERVELLO DELLE DONNE di Louann Brizendine (Recensione)IL CERVELLO DELLE DONNE è una delle numerose letture che ci insegnano come era assurdo uno dei più contradittori principi del collettivismo: quello dell’eguaglianza, secondo il quale gli umani sarebbero tutti uguali. Se dessimo credito a tale stravagante criterio, dovremmo avere, naturalmente, pure tutti gli stessi diritti - che, in parte, dipendono pure dai meriti - e con ciò i difensori di tale tesi condannerebbero a priori – ma solo nelle apparenze delle loro ingenue buone intenzioni – i distinti meriti dei singoli individui. La storia, tuttavia, ci ha opportunamente dimostrato che proprio gli stessi più famosi, ostinati e potenti promotori del collettivismo – Lenin, Stalin e Mao - Leggi Tutto

 

 

 


Una donna monarchica

         


Covelli, il precursore della destra di governo

di Romeo Castiglione

Maria Chieco Bianchi«In questo comune tanti anni fa una donna vinse le elezioni amministrative con il Partito Nazionale Monarchico». La signora Elena si è seduta sopra un muricciolo. Il cielo di Puglia saluta la sera e forma un diadema mediterraneo; il crepuscolo di luglio non attenua il caldo asfissiante. Dentro di me provo un’emozione strana. L’auto si è fermata a Fasano. Continuo ad ammirare la splendida natura levantina. «Davvero?».  Leggi Tutto

 

di Romeo Castiglione

Alfredo CovelliSe Alfredo Covelli fosse ancora vivo avrebbe ricompattato la destra. D’altro canto fu un pensatore raffinato, un intellettuale intrigante; nel lontano 1948 sognò la nascita del “movimento della libertà” e nel 1967 promosse la Costituente democratica nazionale. Fu uno schietto uomo delle istituzioni. Scaturì da Stella e Corona il nucleo edificante del partito unitario dei moderati; il Partito Nazionale Monarchico fu un grande laboratorio culturale. Leggi Tutto

 
 
 
Powered by Morgan&Men SEO Consulting - Widget

 

 

 

I Colpi di Martello- a cura di Ludovico Martello

L' Occhio Capovolto - a cura di Arnolfo Petri

La quarta di copertina

 

Appunti di Politica Online

 

Pensatori Politici

 

Gaetano Pecora

 

Premio Giacomo Matteotti

 

left

left

 

 


 

PoliticaMagazine.info,prima di pubblicare foto,video o testi ricavati da internet ,compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti d’ autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell’ uso dei materiale riservato, scrivetici alla redazione@politicamagazine.info : provvederemo  prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.

Attenzione! Il tuo numero IP sarà registrato insieme al commento. Se non lo hai già fatto... leggi il regolamento.

Attenzione!!! Per la segnalazione di commenti inappropiati  scrivere alla redazione@politicamagazine.info

Tutte le attività redazionali e di collaborazione sono prestazioni a titolo totalmente volontario e gratuito (non prevedendo nessuna forma di compenso).

Questo sito non rappresenta una testata gionalistica in quanto non viene aggiornato con nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodoto editoriale ai sensi della legge n°62 del 07.03.2001.

  intopic.it Riassunto, il raccoglitore delle notizie della rete! Aggregatore notizie RSS

Licenza Creative Commons
Questo Blog utilizza la  Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.

Home:Chi Siamo:Servizi:Download:Rubriche:Note Legali:Archivio
Copyright (c) 2009 - 2015 PoliticaMagazine.info - Napoli - rivista online - Condizioni d'Uso Dichiarazione per la Privacy