Search  

 

Juncker : l'Europa (non) sceglie

Jean-Claude Juncker

  di Vincenzo Mannello

422 a 250 ed il popolo è servito ! Questo il voto del "democraticissimo" europarlamento UEista che ha sancito la elezione del beone lussemburghese alla carica di "Presidente della Commissione" Europea. Chiaramente non sarebbe stato necessario alcun voto dei cosiddetti "rappresentanti del popolo" europeo. La nomina è prerogativa dei vari governi, mai sottoposta alla approvazione dei sudditi e quella degli eurodeputati è solo una ratifica di scelte che piombano dall'alto. C'è forse qualcuno, in rete, in radio, tv, giornali o per la strada che possa affermare che non è vero ? Leggi Tutto

 

Papa Francesco

Matteo Renzi

Ministro Maria Elena Boschi

Enrico Berlinguer

 di Vito Varricchio Papa Francesco e l'esaltazione della povertà Leggi Tutto

 

di Vincenzo Mannello Manuale d'Europa : come vivere felici....con Renzi Leggi Tutto

di Luca Bagatin Maria Elena Boschi, nuova eroina in un Paese in disfacimentoLeggi Tutto

di Luca Bagatin Tutta colpa di Berlinguer? Leggi Tutto

 

 

 

 


L'immunità per i senatori camaleonti

         


Il mistero del capitale di Hernando de Soto : la Risorsa del Valore Aggiunto...

di Massimo Teodori

Senato - Giustizia

Era inevitabile che la proposta di immunità per i membri del nuovo Senato scatenasse un putiferio. Perché i senatori che dovrebbero far parte della nuova Camera Alta (anzi la supposta "Camera delle Autonomie") sono degli animali mostruosi che definirei anfibi o, molto meglio, camaleontici. Non contesto la sacrosanta archiviazione del bicameralismo perfetto e la differenziazioni delle funzioni tra i due rami del Parlamento con il potere della fiducia e del bilancio attribuiti alla sola Camera dei deputati. Ma la composizione del Senato (74 consiglieri regionali e 21 sindaci) non può dare vita ad altro che a un organismo ibrido formato da personaggi di cui non si sa bene quale sia il principale e più impegnativo part time. Leggi Tutto
  di Tullio Pascoli

Il mistero del capitale di Hernando de Soto Sono numerosi gli autori che in periodi alterni si sono dichiarati radicalmente contrari alle famose teorie economiche interventiste da parte del potere politico. In Italia, a suo tempo, a questa inclinazione contraria hanno contribuito economisti di nostalgica memoria come Lungi Einaudi e Luigi Sturzo ed ancora, forse, il più autentico pensatore liberale nostrano già più noto all’estero che da noi: Bruno Leoni.Tuttavia, a livello internazionale, il più accreditato e convincente oppositore alle tesi stataliste è stato, certamente,  Leggi Tutto

 Virtuosa Rivoluzione ed Ingannevoli Profezie

 La Repubblica dei mandarini


Renzi, Grillo e Berlusconi: il responso delle urne

         


Un voto per tante paure

Ludovico Martello

Berlusconi, Renzi, GrilloSe le 5 stelle sono cadenti la colpa, sentenzia Grillo, è dei pensionati che hanno votato contro il cambiamento. Un po’ di seria autocritica non gli farebbe male. Se umilmente la facesse, si renderebbe conto che gli italiani non lo hanno votato perché non è in grado di formulare una proposta concreta e soprattutto fattibile. Grillo ha proposto l’uscita dall’Euro ma non ha spiegato come si può uscire dalla moneta unica evitando la chiusura degli sportelli bancari, il congelamento dei conti correnti, l’impossibilità di riscossione degli stipendi, delle pensioni e degli accrediti, la contrazione se non la perdita dei risparmi,  Leggi Tutto

 Promesse elettorali per una manciata di voti

 

di Antonio Simiele

EXPO Milano - MOSE VeneziaL’affermazione del vicedirettore Ludovico Martello che con il voto del 25 maggio in Italia “ ha vinto il buonsenso”, mi ha fatto tornare alla mente il ricordo di un vecchio elettore liberale del mio Paese che diceva di aver votato nel 1953 per il partito comunista perché aveva ritenuto quello l’unico modo per bloccare la “legge truffa”. E’ l’aspetto più positivo del voto degli italiani per le elezioni europee. Hanno concorso la volontà di cambiamento e la paura del salto nel buio alimentato dalla campagna elettorale di Grillo. L'inattesa dimensione del consenso a Renzi e la quantità non più fisiologica di astensioni, ne confermano, invece, due negativi: la ricorrente ricerca del salvatore della patria e la rinuncia di una parte considerevole del popolo a esercitare le proprie funzioni. Leggi Tutto

 


Il macellaio della finanza sta spolpando il cadavere della vecchia Europa

         


Per una rilettura del keynesismo nell’era dell’austerità

di Georges Jacques Danton

Il macellaio della finanza  sta spolpando il cadavere della vecchia EuropaDire la verità è un gesto rivoluzionario. Frase orwelliana che schiocca come una frustata! Si proprio così! È una frustata che potrebbe servire a svegliare gli animi dormienti della pseudo-classe dirigente italiota, ormai rimbecillita nella ripetizione di formule catechistiche che dicono tutto ma non spiegano nulla. E’ finito un mondo! Si, solo adesso possiamo capire ciò che scriveva Pascal quando ci ricordava che il divertimento ci distrae dall’essere veramente umani. La società è liquida! Non c’è più lo spazio e non si calcola più il tempo! Annientate le “ grandi narrazioni” resta solo il nichilismo dell’io consumatore, dove la vita è diventata come lo zapping televisivo. Leggi Tutto

 

Davide Parascandolo

John Maynard Keynes John Maynard Keynes deve essere considerato non solo un grande economista, ma un acuto pensatore che ebbe intuizioni le quali indirizzarono le scelte politiche ed economiche dei governi novecenteschi. Per comprendere al meglio le sue idee occorre contestualizzarle ed inserirle in determinate coordinate spazio-temporali. Keynes nacque nel 1883 e morì nel 1946. Il mondo in cui scomparve era totalmente differente da quello in cui vide la luce. Nacque infatti in un mondo in cui si ritenevano indiscutibili e inamovibili valori quali la pace, la prosperità e il progresso materiale.  Leggi Tutto

 

         

 

 

 

 
 


Mazzini contro Marx ed il nuovo messaggio di emancipazione sociale proposto da "Amore e Libertà"

         


Liberaci dal male

di Luca Bagatin

Giuseppe MazziniOggi nessuno più ci pensa. Tutti presi dagli smartphone o come cappero si chiamano. Tutti presi a parlare di crisi, meglio se ne parla nei cosiddetti “social”, che di sociale non hanno proprio nulla. Di sociale, in effetti, su un piano pragmatico e serio parlavano quelli della Prima Internazionale dei Lavoratori, fondata nel 1864 e che vedeva uniti socialisti, anarchici e repubblicani.  Leggi Tutto

 Lilli Gruber, Roberto d'Agostino e la Massoneria

 Sull'eutanasia ed il suicidio assistito. Tolleranza al di là delle leggi

 I moti mazziniani e garibaldini raccontati alle scuole medie

 

di Romeo Castiglione

Alberto da GiussanoE alla fine ci ha pensato la Lega. L’esercito padano ha sbaragliato sul campo gli avversari mondialisti. Risplende l’antico vessillo intriso di aromi nordici, celtici; il sole fiacco illumina la cruda terra arsa e offuscata dalle intemperie. Alberto da Giussano ha guidato il suo popolo in una nuova battaglia: come uno stratega egli ha tracciato sulla carta gli obiettivi futuri. L’eroe boreale è seduto intorno a un tavolo. Ha il volto coperto dalla barba irta; sul capo ha un elmo ribelle. La fiera armatura è un dolce ricamo perlaceo. I suoi fedeli soldati inneggiano alla libertà.  Leggi Tutto 

 Vento di Libertà

 Silvio Berlusconi: il comunista occulto

Comunisti: a volte ritornano

 

 


Perché tifiamo per le squadre Latinoamericane

         


La storia riequilibrata

di Luca Bagatin

Brasile - Germania mondiali 2014Francamente di calcio ci disinteressiamo, purtuttavia questa storia del Mondiale è sulla bocca di tutti da settimane. In Italia si fermerebbe anche l'economia pur di parlare di calcio. E' il trionfo dell'assurdo, ma tant'è. Da qualche giorno sentivamo parecchie persone tifare per l'Olanda. Ora, non ne comprendiamo il motivo. Noi, diversamente, preferimmo l'Argentina e per ragioni storico-politiche, che la maggior parte dei profani ignorano, purtroppo.L'Argentina fu la patria di José de San Martin (1778 - 1850), il liberatore della sua terra dall'oppressione spagnola, tanto quanto lo fu Simon Bolivar (1783 - 1830) nell'America Latina ....  Leggi Tutto

 Renzi: dopo l’europee i mondiali!!!

 

di Vincenzo Mannello

 l'anniversario dello Sbarco del 10 luglio 1943 in Sicilia degli alleati. Arriva il 10 luglio e, con esso, l'anniversario dello Sbarco del 1943 in Sicilia degli alleati. Fin da bambino, avendo avuto in famiglia un lontano parente (mai conosciuto e di cui non faccio il nome non avendo consultato gli eredi) decorato con medaglia d'argento "alla memoria", mi ero reso conto che qualcuno si "era battuto" in difesa della Patria. Questo malgrado a scuola ed alla radio (scrivo degli anni '50-'60) si riportasse la data come quella ufficiale della "liberazione" della prima regione italiana dalla presenza militare nazifascista. Proprio così, ricordo bene "nazifascista"....,evidente falso storico dato che le truppe italiane erano pienamente legittimate, da tutte le convenzioni militari e civili, a rappresentare uno Stato Nazionale libero e sovrano. Leggi Tutto


L’Europa allo sbaraglio

         


Integrazione Europea processo irreversibile

di Tullio Pascoli

L' Europa allo sbaraglioDa cittadino italiano nato e cresciuto sul confine che separa la zona del Mediterraneo dall’Europa Settentrionale, bilingue dalla nascita, considerandomi cittadino di un mondo aperto, sono sempre stato, fin dall’inizio, europeista convinto. Anzi, mi ero pure illuso che associarsi a Paesi di mentalità distinta e meglio organizzati del nostro, avrebbe contribuito non solo alla sana integrazione con i vari Popoli della futura prospera Unione, ma ci avrebbe anche liberato dall’atavica schiavitù del nostro obsoleto provincialismo;   Leggi Tutto

 

di Antonio Simiele

Integrazione Europea processo irreversibile

La costruzione di un’Europa unita è un processo irreversibile. Mi rifiuto di credere che nel Continente non ci sia una grande maggioranza consapevole di quanto sarebbe cosa tragica per il nostro futuro se così non fosse. Certo, la storia dell’umanità è piena di amnesie collettive. E’ vero pure che, come scrive Voltaire, il diritto dell’intolleranza dell’uomo è più orribile di quello delle tigri, che sbranano solo per mangiare, mentre l’umanità si è sterminata per dei paragrafi. Forse bisognerebbe anche tenere in conto Einstein quando dice che le due cose infinite sono l’Universo e la stupidità umana,Leggi Tutto

 

 

 

I Colpi di Martello- a cura di Ludovico Martello

L' Occhio Capovolto - a cura di Arnolfo Petri

La quarta di copertina

 

Appunti di Politica Online

 

Pensatori Politici

 

Gaetano Pecora

 

Premio Giacomo Matteotti

 

left

left

 


Gli Indici di Borsa Mondiali in tempo reale sono offerti da Investing.com Italia.

 

 


 

PoliticaMagazine.info,prima di pubblicare foto,video o testi ricavati da internet ,compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti d’ autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell’ uso dei materiale riservato, scrivetici alla redazione@politicamagazine.info : provvederemo  prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.

Attenzione! Il tuo numero IP sarà registrato insieme al commento. Se non lo hai già fatto... leggi il regolamento.

Attenzione!!! Per la segnalazione di commenti inappropiati  scrivere alla redazione@politicamagazine.info

Tutte le attività redazionali e di collaborazione sono prestazioni a titolo totalmente volontario e gratuito (non prevedendo nessuna forma di compenso).

Questo sito non rappresenta una testata gionalistica in quanto non viene aggiornato con nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodoto editoriale ai sensi della legge n°62 del 07.03.2001.

 Archivio Feed RSS - Ultime Notizie Online intopic.it Riassunto, il raccoglitore delle notizie della rete! Aggregatore notizie RSS

Licenza Creative Commons
Questo Blog utilizza la  Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License.

Home:Chi Siamo:Servizi:Download:Rubriche:Note Legali:Archivio
Copyright (c) 2009 - 2014 PoliticaMagazine.info - Napoli - rivista online - Condizioni d'Uso Dichiarazione per la Privacy